acufene Milano

Home/Articoli/Tag: acufene Milano

L’acufene è un sibilo, ronzio, fischio o un suono vivace o di campanello nelle orecchie che solo tu puoi sentire. Per alcune persone ha un impatto enorme sulla vita quotidiana, provocando stress, ansia, rabbia e disturbi del sonno. Non esiste una cura per il tinnito, ma possiamo aiutarti a gestire i sintomi.

L’acufene non è una malattia né una perdita dell’udito, ma un sintomo causato da una condizione sottostante, come una perdita uditiva o una lesione all’orecchio. Circa l’80% delle persone con l’acufene presenta anche un certo grado di perdita uditiva senza esserne a conoscenza, e molte di loro possono trarre beneficio dall’uso di un apparecchio acustico. I sintomi variano da persona a persona, quindi il trattamento deve essere personalizzato in base alle necessità specifiche. I nostri professionisti della cura dell’udito possono raccomandare tecniche, terapie del suono e apparecchi acustici diversi che possono aiutare a dare sollievo a questo fastidio.

Le cause dell’acufene

L’acufene può avere molte cause possibili. Quella più comune è l’esposizione al rumore eccessivo, che danneggia le piccole cellule ciliate presenti nell’orecchio interno. Se lavori in ambienti rumorosi senza protezione acustica sei a rischio di sviluppare un acufene e una perdita uditiva. Più forte è il rumore e più prolungata è l’esposizione, maggiore è il rischio di danneggiare l’udito.

Se usi le cuffie per svariati motivi, ad esempio per comunicare al lavoro o per ascoltare la musica mentre fai esercizio fisico, fai in modo che il volume non sia troppo alto, perché potrebbe provocare un acufene. Gli auricolari presentano una probabilità maggiore di contribuire al acufene e alla perdita dell’udito rispetto alle altre tipologie di cuffie.

Altre cause comuni del danneggiamento delle cellule ciliate comprendono il processo naturale di invecchiamento, rumori d’urto improvvisi o infezioni dell’orecchio medio. Tuttavia, l’acufene può essere causato anche dallo stress, da reazioni negative ai farmaci, da lesioni al collo o alla testa e da altri disturbi di salute non trattati.

Torna in cima